martedì 19 luglio 2016

Recensione: Il problema è che ti amo di Jennifer L. Armentrout...il Young Adult dell'estate!


Titolo: Il problema è che ti amo
Autore: Jennifer L. Armentrout
Editore: Casa Editrice Nord
Data pubblicazione: 7 Luglio 2016
Genere: Young Adult

Trama:
Non smettere mai di credere nell'amore.

Da quattro anni, il silenzio è lo scudo che la protegge dal resto del mondo. Circondata dall'affetto dei nuovi genitori adottivi, Mallory Dodge ha cercato di superare i traumi del passato, di convincersi di non avere più bisogno di essere invisibile, ma le cicatrici dell’anima bruciano ancora e non le permettono di dimenticare. Ecco perché dover frequentare l'ultimo anno di liceo in una scuola pubblica, dove sarà costretta a uscire dal guscio, la terrorizza. Tuttavia è proprio a scuola che accade l’inaspettato: tra i suoi nuovi compagni c’è Rider Stark, l’unico raggio di sole nella sua infanzia da incubo, il ragazzo che in più di un'occasione l'ha protetta dalla violenza del padre affidatario. Rider però è cambiato: ha un atteggiamento arrogante, una pessima reputazione e pare che sia invischiato in una rete di cattive compagnie. Anche se, dietro quella maschera da sbruffone, Mallory riconosce ancora il suo eroe d’un tempo… un eroe per di più molto affascinante. 
Eppure gli anni trascorsi lontano da Mallory hanno segnato profondamente Rider, che ben presto si troverà davvero nei guai. E Mallory sarà la sola a poter fare la differenza. Ma riuscirà a far sentire la propria voce e a battersi per il ragazzo che ama, o la paura la farà tacere per sempre?

«Non ho bisogno che tu mi difenda. Ho bisogno di…»
Lasciai la frase in sospeso, perché lui si era portato la mia mano al petto e sentivo battere forte il suo cuore.
«Di cosa, Mallory?»
«Ho bisogno di affrontare la situazione per conto mio. Non puoi proteggermi sempre.»
«Ma io voglio proteggerti.»

Recensione:
Buongiorno lettrici!
Finalmente vi parlo dell'ultimo romanzo che ho letto: Il problema è che ti amo di Jennifer L. Armentrout. Autrice che ho conosciuto e imparato ad amare grazie alla serie: Wait for you
Sinceramente della Armentrout credo leggerei anche la lista della spesa, quindi mi sono buttata a capofitto su questo libro senza indugi! 
Parliamo del romanzo, e della protagonista: Mallory, una ragazza di 17 anni, con un passato difficile ricco di ricordi dolorosi da dimenticare. 
Mallory dopo un'infanzia passata tra genitori in affido poco raccomandabili, è stata adottata da Carl e Rosa, una coppia amorevole che cerca di sostenerla.
Mallory però è rimasta profondamente turbata dall'infanzia che ha vissuto, e si porta ancora dentro le profonde cicatrici di episodi di vita devastanti.
A 17 anni sente che è il momento di iniziare ad avere una vita come un'adolescente normale, si iscrive quindi in una scuola per frequentare l'ultimo anno di Liceo. Mallory però è a disagio nello stare assieme ad altre persone, non riesce a comunicare con gli altri in quanto fin da piccola le è stato insegnato che se non avrebbe fatto rumore e non avrebbe parlato nessuno le avrebbe fatto del male.
Il protagonista maschile è Rider, cresciuto con Mallory nella stessa casa, anche Rider ha vissuto gli stessi momenti difficili di Mallory, anzi molte volte lui stesso si sacrificava per proteggerla.
Rider è un personaggio complesso, cresciuto in un ambiente instabile, è stato meno fortunato di Mallory in campo adozioni, ma è riuscito comunque a trovare accoglienza in una casa che però lui non riesce ancora a sentire sua. Scelte sbagliate e poca fiducia in lui stesso lo porteranno a cacciarsi nei guai, e ad arrendersi ancora prima di averci provato.
I due ragazzi dopo quattro anni di separazione si ri-incontreranno il primo giorno di scuola. Il loro legame, che prima era di amicizia e di aiuto e sostegno reciproco si tramuterà ben presto in un sentimento più maturo e profondo. 
Questi quattro anni vissuti separati però li hanno cambiati profondamente e portati a vivere in ambienti differenti, coltivare sogni e speranze differenti, che potrebbero rischiare ben presto di separarli.
Ma i due ragazzi che fin da bambini sono stati abituati a essere soli contro il mondo ben presto si accorgeranno di non dover più lottare, di avere altre persone che le circondano, li amano e li accettano per quello che sono.

Una bella storia d'amore adolescenziale che vedremo crescere pian piano.
Personaggi secondari simpatici, che fanno da contorno a questo romanzo, e che magari ci lasciano sperare che l'autrice scriva un seguito proprio con due di loro come protagonisti!
Un young adult che non mi ha delusa. Una storia che, come gli altri libri della Armentrout, tratta argomenti impegnativi, drammatici che vi faranno riflettere e anche quanto il futuro è tutto buio, vi saprà regalare una speranza.
Un romanzo fatto di piccoli passi, piccole rivincite e vittorie, amore, fiducia, speranza e crescita interiore. 

Mi è piaciuta molto anche la copertina, anche se la traduzione del titolo dall'originale: "The problem with Forever", lascia un po' a desiderare!

Fatemi sapere se vi è piaciuto!

5/5

12 commenti:

  1. Ciao! Sono Licia del blog Leggo Rosa (http://leggorosa.blogspot.it/). Complimenti per il tuo lavoro. E' ben fatto e molto interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Licia!
      Grazie a te per essere passata :)

      Elimina
    2. Grazie a te! Colgo l'occasione per farti sapere che ti ho scelta per la nomination del "Liebster awards"
      Sul mio blog tutte le informazioni. non vedo l'ora di leggere le tue risposte! ^^ http://leggorosa.blogspot.it/2016/07/nomination-liebster-awards.html

      Elimina
    3. Grazie mille, passo subito a vedere! :)

      Elimina
  2. Ciao! Sono curiosissima di leggerlo, adoro Jennifer e anch'io come te credo che leggerei anche la lista della spesa! Bellissima recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, ti ringrazio, spero proprio ti piaccia! :)

      Elimina
  3. Ciao e grazie per essere passata nel mio blog "amore per i libri e non solo". Anche io amo la Armentrout e non vedo l'ora di leggere questo suo ultimo romanzo.
    Mi sono aggiunta alle lettrici fisse del tuo blog.

    RispondiElimina

Questo blog vive grazie ai vostri commenti, perciò se avete letto il post lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi è piaciuto l'articolo, cliccate sul tasto G+!